Emmaus-Nicopolis

Periodo contemporaneo

(XX secolo fino ai giorni nostri)

1924-1930

I Padri Domenicani L. H. Vincent e F. M. Abel dell'Ecole Biblique francese di Gerusalemme scavano le due Basiliche di Emmaus. Un frammento di ceramica trovato durante questo scavo testimonia che il sito era già abitato nei periodi asmoneo ed erodiano. I padri Vincent e Abel sostengono la teoria di una villa romana antecedente alle basiliche (Vincent, Abel, Emmaüs, Paris, 1932, pp. 169, 172ff, vedi qui).

1930-1931

L'attuale casa con merlature è costruita sulla collina dai Padri di Betharram, i cappellani del Carmelo di Betlemme.

Anni '40

Durante la Seconda Guerra Mondiale i soldati polacchi della la Brigata Autonoma "Fucilieri dei Carpazi" si accampano ad Emmaus e Latrun, vedi qui.

1948-1967

Dopo la Guerra d'Indipendenza Israeliana Emmaus viene a trovarsi nella zona demilitarizzata tra la Giordania e Israele. Una rappresentanza dell'ONU abita nella casa sopra le rovine.

1967

Il villaggio di Amwas viene distrutto all'indomani della Guerra dei Sei Giorni.

1970-1973

L’organizzazione protestante olandese Dutch Near East Ministry prende in affitto la casa sopra le rovine.

Anni '70-'80

Diverse campagne archeologiche sono intraprese dai ricercatori israeliani Izhar Hirschfeld e Mordechai Gichon sul territorio del Parco del Canada, sulla collina di el-Aqed e presso le terme romane di Emmaus (M. Gichon, Thèrmes d'Emmaüs, RB 1979, pp. 125-126, vedi qui; M. Gichon, The Bath-house at Emmaus, BAIAS 1986-1987, vedi qui; Y. Hirschfeld, The Aqueducts of Emmaus-Nicopolis, 2002, vedi qui).

1980-1993

La casa sopra le rovine è presa in affitto dal Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica francese (CNRS).

Dicembre 1993

La Comunità Cattolica delle Beatitudini prende in affitto la casa sopra le rovine.

1993

L'Associazione "Amici di Emmaus Nicopolis" viene fondata per iniziativa di Karl-Heinz e Louisa Fleckenstein, i coordinatori del progetto di scavo di Emmaus.

1994-2005

Gli scavi archeologici sono condotti a Emmaus sotto la direzione dell'archeologo finlandese Mikko Louhivuori (Israel Antiquities Authority) e del padre francescano Michele Piccirillo. Vengono scoperti gli edifici appartenenti al complesso ecclesiastico, numerosi mosaici, la zona sepolcrale e la cava di pietra bizantina. (K.-H. Fleckenstein, M. Louhivuori, R. Riesner, Emmaus in Judäa, Basel, 2003, p.212-310, vedi qui ; K.-H. et Louisa Fleckenstein, Emmaus-Nicopolis Ausgrabungen 2001-2005, Novum publishing, 2010, vedi qui).

Dal 2012

Nuove campagne archeologiche sono intraprese sulla collina di El-Aqed da ricercatori israeliani, vedi qui.

Il cardinale Ratzinger celebra

la Santa Messa

a Emmaus-Nicopolis,

Lunedì di Pasqua, 20 aprile 1992